CPIA LODI

Dirigenza

il dirigente scolasticoIl Dirigente Scolastico, dottor Massimo Iovacchini, riceve su appuntamento da concordare telefonando in segreteria.

Telefono ufficio: 0371 50867
e-Mail: cpialodi@gmail.comdirigente@cpialodi.it

Il curriculum del Dirigente Scolastico e altri documenti che lo riguardano sono visibili sul sito, nella sezione Amministrazione trasparente, sottosezione di I livello Personale, sottosezione di II livello Dirigenti.

 

Il Dirigente Scolastico:

  • assicura la gestione del CPIA di Lodi, di Sant’Angelo, di Codogno e di Casalpusterlengo; ne ha la legale rappresentanza, è responsabile della gestione delle risorse finanziarie e strumentali e dei risultati del servizio
  • assicura il raccordo e l’interazione tra le componenti scolastiche
  • promuove gli interventi per assicurare la qualità dei processi formativi
  • organizza l’attività scolastica secondo criteri di efficienza e di efficacia formative ed è titolare delle relazioni sindacali
  • assicura il pieno esercizio dei diritti costituzionalmente tutelati
  • promuove la collaborazione tra le risorse culturali, professionali sociali ed economiche del territorio

Le nuove competenze del Dirigente Scolastico e degli organi collegiali sono descritte sinteticamente nel comma 78 della legge n.107/2015 e proseguono nel solco tracciato dalla normativa previgente (Legge n. 59/97, dal Dlgs. n. 59/98, dal DPR n. 275/99 e dal Dlgs. n. 165/01):
“Il Dirigente Scolastico, nel rispetto delle competenze degli organi collegiali, fermi restando i livelli unitari e nazionali di fruizione del diritto allo studio, garantisce un’efficace ed efficiente gestione delle risorse umane, finanziarie, tecnologiche e materiali, nonché gli elementi comuni del sistema scolastico pubblico, assicurandone il buon andamento.
A tale scopo, svolge compiti di direzione, gestione, organizzazione e coordinamento ed è responsabile della gestione delle risorse finanziarie e strumentali e dei risultati del servizio secondo quanto previsto dall’articolo 25 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, nonché della valorizzazione delle risorse umane.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.